Definizione

DefinizioneL'infarto al cuore altro non è che la mancanza improvvisa di erogazione d'ossigeno al miocardio, il tessuto muscolare del cuore, che normalmente gli perviene grazie alle coronarie, le vene che avvolgono il cuore.

Se questa ostruzione coronarica persiste per un tempo di circa 40 minuti, questo fenomeno viene denominato infarto.

Il restringimento o addirittura l'occlusione coronarica sono spesso causa di aterosclerosi, ovvero la progressiva perdita di elasticità delle vene dovuta alla formazione di placche costituite per esempio da grassi e colesterolo. Queste costituiscono un vero e proprio "tappo" all'interno della vena.

Esiste anche una fenomenologia nella quale non si è in presenza di una occlusione coronarica dovuta ad aterosclerosi, bensì di un forte spasmo che contrae con molta forza una coronaria e che causa anche esso l'infarto. Tale eventualità è però meno frequente e tipica nelle donne.

Altre cause, di bassa incidenza, che portano all'infarto sono le arteriti (infiammazione delle arterie) oppure forti traumi toracici che hanno diretto effetto sulle coronarie, chiudendole.

 


© 2019 ILEC sas
Creditsproduced by Zeppelin Group - Web Marketing - Italia